Vaccini. E’ ora di cedere i brevetti?

Mentre la campagna vaccinale arranca, in Europa e in quasi tutto il mondo, aumenta la pressione sulle case farmaceutiche perché cedano i brevetti in modo da permettere di produrre di più e in più Paesi. Capofila India e Sudafrica, due terzi dei Paesi membri dell’Organizzazione mondiale del commercio si sono pronunciati a favore della sospensione della proprietà intellettuale. Una misura giustificata da considerazioni di ordine etico, economico e, non ultimo, dalla grande quantità di denaro pubblico che “Big Pharma” ha ricevuto dai governi di tutto il mondo per lo sviluppo dei vaccini, come spiega Nicoletta Dentico, giornalista esperta di diritto della salute. L’inviata Marina Lalovic ci porta in Serbia, Paese al centro delle cronache per la sua ampia disponibilità di vaccini, da quelli occidentali a quelli russi e cinesi, offerti anche agli stranieri. Infine un’esclusiva CNN dalla rovente regione ucraina del Donbass, ai cui confini Mosca sta ammassando migliaia di truppe, ufficialmente per un’esercitazione. In trincea tra i soldati, il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyj: “Mosca può colpire da un momento all’altro”, dice al reporter.

Conduce Ilario Piagnerelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *